AK77 – Il grande ritorno dei Linea 77

Author

Categories

Share

Dopo circa quattro anni di silenzio i Linea 77 fanno il loro ritorno in grande stile con un singolo che vede la partecipazione di Salmo e Slait. La band, nata a Torino nel 1993, in ben vent’anni di carriera ha realizzato sette album.

I Linea 77 da sempre portatori di messaggi di denuncia e politicamente schierati su posizioni antifasciste, hanno fatto della capacità espressive dei testi rap il loro manifesto. Hanno alle spalle collaborazioni con artisti del calibro di Toby Wright e Dave Dominguez, etichette come Universal e progetti indipendenti come quello con INRI.
Dopo qualche cambio di formazione e con alcuni grandi successi come 66(Diabolus in musica) con i Subsonica e Sogni Risplendono con la partecipazioni di Tiziano Ferro raggiungono il successo anche oltreconfine. Ma è con l’album “Ketchup Suicide”, del 2000 che si impongono al grande pubblico e vengono sdoganati come star del nu-metal (sottogenere che mescola metal e altri generi musicali, sopratutto il rap).

AK77

copertina ak77
copertina ak77

Non è certo la prima volta che Rock ed Hip-Hop uniscono le forze, ma questa volta lo fanno davvero in grande stile. Il singolo segna il ritorno dei Linea77 che mancavano dalla scena dall’album “OH!” del 2015. AK77 vede da una parte la band torinese, dall’altra Salmo e Slait due dei rapper di punta del panorama italiano. Il tutto è unito dalla produzione di Sir Bob Cornelius Rifo, ideatore di The Bloody Betroots. Le collaborazioni sono molto sentite dalla band torinese che tiene in grande considerazione questi artisti.

La band commenta così l’uscita del singolo:

“Siamo stati in silenzio per molto tempo. Siamo diventati padri. Abbiamo osservato da lontano. La musica, l’Italia, le nuove generazioni. Non avevamo più niente da dire e non sapevamo come volevamo dirlo. Il silenzio ci è servito. […] Abbiamo le idee chiare, un nuovo sound e molta voglia di tornare sul palco. E’ un’esigenza, un bisogno fisico e mentale. AK77 segna l’inizio di una nuova era per i Linea77.”

Per quanto riguarda le collaborazioni:

“Abbiamo sempre amato e seguito la scena Hip-Hop e inevitabilmente siamo entrati in contatto con realtà come la Machete, che per quanto ci riguarda è simbolo dell’Hip-Hop italiano più coraggioso e libero. Inutile dire che il ruolo di Salmo è stato fondamentale. Come sempre ha saputo entrare sul beat con maestria e rispetto, proprio come ha fatto Slait con gli scratch.”

Un nuovo rock

La canzone è una vera e propria dichiarazione bellica che sottolinea l’anima rock genuina della band in grado di sconvolgere senza essere nostalgico. Tra citazioni cinematografiche da Full Metal Jacket di Stanley Kubrick e barre taglienti, questo pezzo sembra essere destinato a scuotere ancora una volta le fondamenta del nuovo rock, una miccia di un’imminente rivoluzione.

Author

Share