“Questa è la vita” di Achille Lauro

0
101

“C’est la Vie” è il suo nuovo singolo ad annunciare l’uscita imminente del disco “1969”

Ascoltando “C’est la vie”, il nuovo singolo di Achille Lauo, penso subito che ci si affezionia ad un’artista perché cresciamo con lui, e Achille in tutto questo tempo non ci ha mai fatto annoiare. Oggi, dopo la Rols Royce con cui si è presentato a San Remo, ci sorprende con un brano dalle sonorità completamente diverse.

“Non farti mai trovare dove gli altri ti aspettano” questa citazione, che esce da chissà dove, sembra essere la linea guida di questo artista. Ormai impossibile limitarlo nella definizione di rapper, sembra lui stesso alla ricerca di una dimensione che gli calzi a pennello.

In “C’est la vie” Anchille Lauro è maturato molto da quando era un “Idol Immortale”, ricordandoci che inesorabilmente lo siamo anche noi. La base, sorprendentemente non prodotta da Boss Doms, suona come un accompagnamento musicale ad una poesia, e difatti le parole non tradiscono questa sensazione.

Il singolo lo apre il mare, l’immagine in bianco e nero e il fruscio delle onde con il vento, poi parte la sua voce in un connubio ambizioso e riuscitissimo. Il senso del testo va sviscerato dentro ogni ascoltatore, consapevolezza e rassegnazione è quello che ho sentito, ma si intravedono sfaccettature e sfumatura da cogliere un ascolto dopo ascolto

Ritorno al 1969

Questo singolo anticipa l’album in prossima uscita “1969” che già dalla copertina ci regala un balzo indietro nel tempo di cinquanta anni. A contornare il suo viso tatuato ci sono personaggi iconici di quegli anni (Marylin Monroe, Elvis Presley, Jimmy Handrix e James Dean), tutto condito da una provocatoria pioggia di banconote.

Ho sempre ammirato di Achille Lauro la sua ricerca continua di innovazione, nel suo percorso artistico ha pagato varie volte l’essere un precursore. Come spesso accade ai più intrepidi esploratori magari gli sarà anche capitato di perdere la rotta, ma con dedizione e ispirazione, ne ha sempre trovate di nuove (Spesso poi ricalcate da altri artisti in seguito).

Mi viene difficile immaginare dove potremmo trovarlo anche solo tra qualche anno, ma ciò di cui sono sicuro è che non sarà mai dove mi aspetto che sia.

https://www.facebook.com/Indielifeit/
Segui la nostra pagina Facebook per restare collegati.

Ascolta l’artista e segui la sua crescita…

COMMENTA

Inserisci il tuo commento!
Please enter your name here