Le canzoni di oggi sono le nuove forme di poesia?

Author

Categories

Share

Che la musica si sia spesso ispirata alla poesia è certo. Tuttavia, al giorno d’oggi la musica ha acquistato un’importanza sempre maggiore nella vita quotidiana di ognuno di noi, mentre la poesia sembra poter interessare o essere compresa solo da chi ha particolari interessi. Potrebbe sorgere spontanea la domanda: Le canzoni, oggi, sono le nuove forme di poesia?

Dalla poesia alla musica

Poesia e musica nascono entrambe per esprimere emozioni. A volte denunciano ciò che non va, altre semplicemente raccontano una storia o riferiscono qualcosa di importante. Nel corso dei secoli i suoni hanno spesso accompagnato le parole.

Questo però non deve farci dimenticare le profonde differenze. La poesia è al centro di una pagina bianca ed è ad essa tanto collegata al punto che gli stessi spazi bianchi per un poeta come Mallarmè sono parte integrante del testo. Inoltre, il testo poetico ha una struttura abbastanza rigida e la presenza di note di accompagnamento non sono essenziali. Infatti, la musicalità proviene dal testo stesso, dalla disposizione di accenti, parole e rime.

La canzone invece non esisterebbe senza il connubio tra testo e note e spesso sono queste a prendere il sopravvento. Un esempio è dato dal fatto che siamo molto attratti dalle canzoni straniere e spesso questo accade quasi esclusivamente a causa del loro ritmo travolgente, mentre ignoriamo, a volte del tutto, il significato.

Se volessimo scendere più in profondità le differenze aumenterebbero. Il testo di una canzone è molto semplice, ricco di elementi ripetitivi come il ritornello, mentre le figure retoriche, e il linguaggio in generale, devono essere semplici ed immediati. Questo non vuol dire che non sia possibile riflettere sul testo di una canzone. Infatti, anche questa è capace di smuovere qualcosa dentro di noi, soprattutto in base all’interpretazione che diamo al testo e alla musica. È proprio questa la somiglianza su cui ci si potrebbe soffermare.

La canzone ha sostituito la poesia?

Se a livello strutturale le differenze sono tante, e molti cantautori non riescono a definirsi poeti, è sul piano delle emozioni che cominciano le somiglianze.

Un tempo, il compito di esprimere emozioni o di raccontare storie era affidato alla poesia, mentre adesso è la musica a svolgere maggiormente questa funzione, proprio perché questa riesce a coinvolgere un pubblico più ampio.

Del resto, se pensiamo ai tempi delle medievali Chanson de geste, accanto alle armi e alle storie di eroi, erano narrate anche storie d’amore, un tema sempre molto ricorrente nelle canzoni.

Infatti, nessuno di noi potrebbe dire che molte canzoni non assomigliano un po’ a delle poesie. Quelle più tristi ci accompagnano nei momenti più difficili, ad esempio esprimendo le sensazioni provate in seguito ad un amore finito, mentre quelle più felici ci intrattengono con il loro ritmo coinvolgente.

Del resto, gli accostamenti tra poesia e canzoni sono tantissimi.
Già in questo articolo https://indielife.it/2019/02/28/tra-letteratura-e-musica-quando-poesia-e-note-si-incontrano/ avevamo tentato di capire fino a che punto la letteratura può ispirare la musica. Moltissimi sono poi i tentativi di scovare nel testo di una canzone i tratti poetici, un esempio per la musica italiana è dato da questo articolo: https://libreriamo.it/libri/poesia/sanremo-10-canzoni-poetiche-storia-festival/ .

Tuttavia, qui il punto non è quanto la musica si ispiri alla letteratura, ma se questa può arrivare a sostituire la poesia.
Per me, il cercare nelle canzoni un modo per dare voce alle nostre emozioni o semplicemente per divertirci e ascoltare storie non vuol dire che queste stiano sostituendo la poesia, rimarranno sempre due mondi distinti, apprezzati in maniera indipendente. Ma può forse dirci che insieme sono imbattibili e che non possiamo rimanere ancorati ad una forma di poesia sempre uguale a se stessa.

E voi cosa ne pensate?

Author

Share