“Veronica”: ed è subito estate con Seacrash.

Author

Categories

Share

È bastato cliccare play sulla prima traccia del disco per sentirsi subito in un’atmosfera estiva – Non a caso, il titolo della prima canzone Carnival of light in June! – anche se, chi ha già avuto modo di ascoltare i dischi precedenti dell’artista sardo si sarà sicuramente accorto di un utilizzo più ampio delle strutture elettroniche che mantengono in piedi i pezzi: drum machine e synth si nascondono, senza mai farsi preponderanti, tra le tracce del nuovo album.

Inserire Veronica all’interno del proprio stereo è come concedersi circa 40 minuti di relax mentre ci si dondola beatamente nell’amaca del proprio giardino in una giornata estiva di sole. Le chitarre, specie quelle che stanno “sul fondo”, ricordano vecchi brani blues che spesso si possono ascoltare in qualche film d’annata o in qualche spot televisivo accattivante. Oppure, se preferite, il nuovo disco di Seacrash è perfetto per un day-trip di breve durata; sempre però da ascoltare sotto un sole che renda l’asfalto vaporoso e senza una grande quantità di macchine davanti a voi.

Insomma, se ancora non l’avevate capito, il nuovo album di Seacrash è abbastanza solare, direi primaverile, con qualche venatura nostalgica fra qualche pezzo qua e là. Kyoto in pictures, ad esempio, la trovo molto malinconica e possiede un rivestimento che fa pensare ad una pioggia estiva appena passata: sarà forse quella tastiera che tichettìa e rende ogni nota come stilla che cade dalle foglie di un grande albero giapponese o sarà forse il testo che racconta di mostri in mare e di quanto quest’ultimo possa marcare delle distanze, tuttavia si resta piacevolmente colpiti da questa nostalgia poetica.

Nel complessivo, l’album è davvero leggero, di facile ascolto e molto orecchiabile. Pezzi come Shimmering o Veronica rimangono nella testa e te li canticchi quando meno te lo aspetti. Quindi grazie Seacrash per averci portato un po’ di freschezza, ma soprattutto grazie per averci portato questi suoni così leggeri in questa estate che sembrava non volesse iniziare!

Author

Share