Enzo Dong, da Secondigliano alla limousine.

Author

Categories

Share

Enzo Dong, il rapper di Secondigliano è fuori con Limousine, il singolo che preannuncia l’uscita imminente del suo primo album ufficiale.

Tedua; collaborazione di qualità

Il primo elemento che balza all’occhio già dal titolo della traccia è il featuring con Tedua; una accoppiata che senza dubbio smuove interesse. Per un pubblico abituato ai flussi di coscienza, alle complesse metriche del rapper genovese Enzo Dong è una sorpresa. Che comunque appena dopo il primo ascolto si può definire lieta.

Limousine

Devo ammettere che ho cliccato play alla traccia con un leggero pregiudizio verso il titolo. Pensavo di ritrovarmi ad ascoltare l’ennesima esasperazione di ostentazione da parte del trapper di turno, invece mi sono dovuto ricredere pochi secondi dopo. Con enorme piacere è bastato ascoltare il ritornello per capire quanto il Dong sia maturato, tanto nella scrittura quanto nei contenuti.

Il singolo si apre con una dedica ai deceduti della tragedia del ponte Morandi di Genova, e ci si focalizza subito sul rovescio della luccicante medaglia del successo. Sulle amicizie perse, sul rammarico, tutto con una vena leggermente malinconica che non guasta.

E’ una canzona da ascoltare almeno un paio di volte prima di riuscire a coglierla a pieno, e vi invito a farlo. Scelgo appositamente di non menzionare i vari chiacchiericci riguardanti il suo Freestyle, che alimentano situazioni che andando al di fuori della musica mi lasciano completamente indifferente.

Enzo Dong dimostra con questo singolo di non essere solo il rapper conosciuto al grande pubblico per i tormentoni quali Italia 1 e Higuain, ma di avere molto altro da dire.

Auguriamo il meglio per il suo primo album ufficiale a questo ragazzo che partito dalle periferie di uno dei quartier più difficile d’Italia sta per coronare il suo sogno di vivere di musica a tutti gli effetti. E che seppur gira il limousine dimostra di portarsi nel cuore ogni “Scugnizzo di Secondigliano”.

Author

Share