Sfida accettata? #10yearschallenge

Author

Categories

Share

“Guarda com’ero magro 10 anni fa…”  oppure “Ero proprio brutta 10 anni fa” “ma la trap esisteva già 10 anni fa?”…

Queste e tante altre sono le esclamazioni dei molti che hanno partecipato all’ennesimo giochetto virale tra i social. Ovviamente è difficile risalire al primo post che ha gettato il guanto della sfida, è un po’ come capire se è nato prima l’uovo o la gallina, non lo sapremo mai e non ci interessa nemmeno forse.

Pare comunque che sia nata come iniziativa per mostrare la transizione tra la pubertà e l’età adulta, ma sappiamo che non servono particolari e profonde ragioni per rivedere le nostre vecchie foto o sfoggiare un po’ di cyber narcisismo.

Ovviamente in prima linea le grandi star dell’Internet, dalla Ferragni a Miley Cyrus e altra gente di cui io ignoravo l’esistenza, ma pare sia famosa sui social. Ne prendo atto.

Per quanto mi riguarda è stato divertente vedere le foto degli amici, dei nostri cari e anche dei nostri cani, gatti e pipistrelli. Ha dato a questo tormentone almeno un po’ di quel calore familiare che c’era quando riscoprivi nei cassetti le foto della gita di quarta liceo o quell’imbarazzante prova del periodo peggiore della tua adolescenza (forse della tua vita), quando avevi quell’orribile taglio di capelli che sfoggiavi con orgoglio!

Poi però, come una scure, arriva qualcuno che vuole trovare uno scopo sociale e collettivo a questa schermaglia a colpi di post e di hashtag. Così mentre ridi dei tuoi cambiamenti, qualcuno ti ricorda che in questi 10 anni anche la Terra è cambiata e in proporzione molto più velocemente di noi.

E così cominciano a comparire le foto strazianti di un orso polare che allo stremo delle forze, arranca su un pezzo di calotta artica ormai quasi completamente liquefatta, oppure le immagini da satellite che mostrano come l’estensione di un lago si sia ridotta di ¾ dal 2009 ad oggi o ancora foto che mostrano gli effetti devastanti della deforestazione e dal lato umano, la tragedia delle guerre che hanno annientato il patrimonio artistico e urbano di numerosi stati come lo Yemen, la Siria, l’Iran e così via.

Ovviamente è difficile stabilire l’autenticità di queste foto, l’autorevolezza delle fonti, ma il messaggio dovrebbe essere chiaro per tutti, anche se purtroppo così non è.

In 10 anni abbiamo reso questo pianeta, un posto peggiore nonostante noi magari siamo più carini, fisicati, mentre alcuni sono invecchiati male come lo speciale di Natale di Star Wars o semplicemente sono più maturi.

Può un semplice tormentone sui social aiutare alla riflessione? No, se la riflessione non si concretizza in azioni e a riguardo dei cambiamenti climatici abbiamo poco più di un decennio per sistemare le cose, come ampiamente condiviso dalla comunità scientifica attraverso il Gruppo Interrogativo di Esperti sul Cambiamento Climatico (per chi mastica un po’ dell’argomento il sito ufficiale: https://www.ipcc.ch/), giusto il tempo del prossimo hashtag.

Quindi dopo esserci trastullati sulle nostre vecchie e nuove foto, c’è da rimboccarsi le maniche per rendere i prossimi 10 anni migliori di quelli precedenti. Nel nostro quotidiano possiamo sempre fare qualcosa e ci impegneremo per darvi consigli su come fare.

fonti:

https://www.lifegate.it/persone/news/ipcc-rapporto-sr15-cilma

https://tech.fanpage.it/10-years-challenge-cose-come-e-nata-e-quali-sono-le-star-e-i-calciatori-che-partecipano/

https://www.ipcc.ch/

Author

Share